A est della regione si snoda la catena appenninica. La natura prevalentemente calcarea di questi rilievi fa sì che essi siano grandi immagazzinatori d’acqua, dando luogo a numerose sorgenti. Un ambiente ricco di corsi di fiumi, che fanno parte quasi per intero del bacino idrografico del Tevere, hanno inciso queste montagne e hanno formato nel corso dei secoli profonde gole come la Valnerina, segnata dal fiume Nera, maggiore affluente del Tevere, che si arricchisce con le acque del Velino, con il quale confluisce per mezzo della Cascata delle Marmore.

 

La regione possiede anche due laghi, il Trasimeno e il Lago di Piediluco. Il Trasimeno, a nord, è il quarto per estensione in Italia e nelle sue acque emergono tre isole: Isola Maggiore, Isola Minore e Isola Polvese.

Il Lago di Piediluco, vicino Terni, è situato a 365 metri di altitudine ed è inserito in un paesaggio pittoresco, circondato da colline sempreverdi e antichi borghi.