Ponte in Valnerina

Palloni rossi in volo

Terni, situata nel Centro Italia, nel cuore della Regione Umbria, può vantare di essere la città natale di San Valentino. Numerose sono le città italiane e straniere che vantano le stesse credenziali sull’autenticità dei natali del Santo e sulla conservazione delle sue reliquie.

 

La Basilica di San Valentino a Terni è testimone che il Santo Patrono nacque, visse e fu sepolto in questa città intorno al 200 d.C.

Gli scavi effettuati nel ‘600 sotto la Basilica e le fonti storiche rivelano che San Valentino era molto legato a questi luoghi. Ancora oggi, all’interno della Basilica, nonostante le distruzioni e le invasioni subite dalla città nel corso dei secoli, è possibile visitare l’urna di San Valentino, collocata alla fine del ‘700 sotto l’altare maggiore della Basilica, luogo in cui numerosi pellegrini si recano ogni anno in preghiera al Santo Protettore degli Innamorati e Patrono della Città di Terni.

 

La città è fortemente legata a questa figura religiosa e leggendaria. A differenza di altre città dell’amore italiane e straniere che si definiscono città dell’amore in base alla loro architettura, all’arte e al romanticismo dei luoghi, la Città di Terni è città dell’amore in base ai contenuti religiosi e sociali legati al sentimento dell’amore di cui San Valentinoè testimone.

 

Terni vive quotidianamente il sentimento dell’amore nelle sue diverse forme. Dal punto di vista religioso, attraverso l’unione di una coppia che forma una famiglia, l’amore cristiano offre principi ed esempi di vita secondo i quali l’amore si realizza e si diffonde per mezzo della parola di Dio; dal punto di vista sociale l’amore si manifesta nell’aiuto ai poveri e ai più deboli, nell’accoglienza e nel conforto verso le persone sole.

 

Terni e San Valentino si aprono al mondo e alle persone che cercano e desiderano approfondire la magia di questo nobile sentimento nelle diverse forme culturali e spirituali.